Un giorno sono andata a fare un viaggio… e non sono più tornata

07 Giungo 2017

Non conosco nessuno che si è pentito di andare all’estero, ma conosco persone che si sono pentite di non essere andate quando potevano.

La scelta non è stata facile, ma secondo me, prima o poi bisogna spostarsi in una direzione diversa da quella confortevole a cui si è abituati e immergersi in una nuova esperienza di vita.

L’Italia è famosa in tutto  il mondo per la sua gastronomia  ed è arrivata fino in Brasile, luogo in cui sono nata. Sono venuta la prima volta a Torino sei anni fa, ero in Piazza San Carlo con mia mamma e le ho detto: “Sono sicura che un giorno abiterò qui”. Tre anni fa sono tornata a fare un giro in Italia con un’amica e, dopo questo, mi sono innamorata tantissimo di questo Paese. L’Italia mi ha talmente colpita che ho deciso di venire a studiare a Torino e sono felicissima di aver fatto questa scelta.

Non è facile adattarsi ad una nuova cultura ed è difficile esprimersi in italiano, tuttavia l’Italia mi ha accolto molto bene. Ho trovato persone meravigliose, ho vissuto momenti ed esperienze uniche, ho bevuto e mangiato (i migliori vini e cibi del mondo!), ho conosciuto città incredibilmente belle e ricche di cultura. Ho scoperto un mondo fatto dai dialetti che cambiano nel giro di pochissimi chilometri. Inoltre, ho conosciuto molto bene una persona in particolare: me stessa.

Ancora oggi non mi sono del tutto abituata all’Italia: tutti i giorni prendo un cappuccino subito dopo pranzo e  mi piace mettere il formaggio su tutti i tipi di pasta, anche quelli con il pesce! Anche se non mi abituerò mai ai rigidi inverni torinesi e se appena inizia la primavera per me è già estate e se confondo i pronomi “gli” e “li”… mi trovo benissimo qua.

Trasferirsi in un altro paese è difficile, impegnativo e quasi mai la realtà è quella che ci si aspetta. Nonostante tutti dipingano un’immagine del viaggiare come un’esperienza tranquilla e bella, a volte ci sono momenti brutti e pesanti. La consapevolezza di non riuscire ad esprimersi al 100%, di sentirsi lontano dalla famiglia e dover crescere all’improvviso.

Andare all’estero è stata la migliore decisione che io abbia mai preso nella mia vita e questo ha cambiato e spero, migliorato, profondamente la persona che sono oggi. Ho imparato lezioni che solo la vita riesce ad insegnare, ho ottenuto l’indipendenza che ho sempre voluto e conosciuto il valore del rispetto nei confronti di qualsiasi persona, di qualsiasi cultura e nazionalità.

Ci chiediamo se ne valga la pena e a volte ci angosciamo, ma il destino, la vita e il cuore ci chiedono di provare. Alcuni non partono, altri non vogliono  partire. E noi, che siamo partiti e che partiremo, non saremo mai liberi dalla paura e dai momenti di debolezza. Però, chi parte sarà sempre libero dal dubbio di non averci provato. Grazie Italia per avermi abbracciato così forte quando avevo bisogno di provare!

Un giorno sono andata a fare un viaggio…

“Travel. As much as you can. As far as you can. As long as you can. Life is not meant to be lived in one place.”

Izabela Germani

#experience #livingabroad #travel