Serie Tv e Piattaforme Streaming: come orientarsi.

20 Dicembre 2017

<script async src="//pagead2.googlesyndication.com/pagead/js/adsbygoogle.js"></script><!– Barra_down –><ins class="adsbygoogle" style="display:inline-block;width:728px;height:90px" data-ad-client="ca-pub-1684532840919562" data-ad-slot="9810133650"></ins><script>(adsbygoogle=window.adsbygoogle|| []).push({});</script>

Winter is coming e non solo in Game of Thrones.
Con l’arrivo dell’inverno e del nuovo palinsesto americano, si ricomincia a parlare di Serie Tv e, prima di buttarsi in una maratona ci sono alcune cose da sapere.

Come si affronta al meglio la visione di un telefilm?

Il Binge Watching è una vera e propria abbuffata di episodi consecutivi e, per quanto potreste incorrere in alcune controindicazioni, non è una rara malattia curabile da Dr. House, ma un vero e proprio hobby.
Come ogni passatempo che si rispetti richiede un’attrezzatura specifica, ma niente che un vero tv shows addicted non possa reperire facilmente.

Per iniziare nel migliore dei modi è opportuno liberare l’agenda degli impegni per le successive sei o sette ore e munirsi di snack e beni di prima necessità per superare almeno la prima mezza stagione del vostro show preferito.

La scelta del genere potrebbe condizionare altri oggetti necessari: i Kleenex sono sempre utili quando si guardano i Drama, gli antistress per i Thriller e i Fantasy, mentre, se siete appassionati di Crime, è possibile che vi venga voglia di bere insieme ai vostri protagonisti quando saranno poggiati ai banconi dei bar, affranti per un caso andato male.

Il pezzo forte, però, è un abbonamento a una delle piattaforme streaming che renderanno la vostra vita più facile, anche se potreste dover rinunciare a qualche ora di sonno (N.d.R.: ricordate le sopracitate controindicazioni?)

Perché scegliere di abbonarsi?

I veterani del mestiere sanno che per vedere i propri telefilm preferiti era necessario acquistare i cofanetti dopo la messa in onda di ogni stagione, seguire la programmazione italiana di qualche televisione privata che avesse acquistato i diritti di trasmissione o utilizzare metodi meno legali di cui non parleremo in questa sede.

La situazione, oggi, è molto più semplice: abbonarsi a una delle piattaforme è facilissimo e abbastanza economico, basta saper scegliere.
I servizi offerti renderanno possibile l’accesso a un catalogo di film e serie tv sempre disponibile, con una visione senza interruzioni pubblicitarie e in alta definizione, da sfruttare ovunque sia possibile accedere a una connessione (in alcuni casi è possibile l’utilizzo offline).

Grazie ai siti web e alle App potrete bingiare dal divano di casa vostra, mentre siete in ufficio in pausa pranzo, sul treno o in coda al supermercato, insomma, ovunque meno che alla guida di qualunque mezzo di trasporto.

Quale piattaforma scegliere?

Il re indiscusso dello streaming online è sicuramente Netflix, con quasi 104 milioni di abbonati in tutto il mondo e un incremento del catalogo titoli del 207% in due anni. Quello che viene offerto ai possessori di un account va al di là dei classici titoli come Friends e include contenuti originali che vengono rilasciati in un unico blocco, in diverse lingue, ovunque nel mondo. Inoltre, la comodità di non dover selezionare l’episodio successivo, che partirà alla fine del precedente con un intervallo di 15 secondi, è sicuramente un vantaggio per i più pigri.

Sky e Mediaset sono i concorrenti di Netflix e, anche in questo caso, c’è solo l’imbarazzo della scelta.
I pacchetti offerti sono diversi, anche per quanto riguarda gli abbonamenti, ma i contenuti sono sicuramente validi. A fare la differenza sono le diverse esclusive che i due competitors si sono accaparrati: Game of Thrones e The Walking Dead sono disponibili sulle piattaforme Sky, mentre titoli come Will&Grace e Chicago Med appartengono ai canali Mediaset.

Infine bisogna ricordare Amazon Prime e Tim che, seppure con un’offerta ancora limitata rispetto ai colossi del settore, si stanno facendo strada: il primo per contenuti interessanti e originali, il secondo per prezzi davvero competitivi, soprattutto se si è già in possesso di un contratto ADSL.

<script async src="//pagead2.googlesyndication.com/pagead/js/adsbygoogle.js"></script><!– Barra_down –><ins class="adsbygoogle" style="display:inline-block;width:728px;height:90px" data-ad-client="ca-pub-1684532840919562" data-ad-slot="9810133650"></ins><script>(adsbygoogle=window.adsbygoogle|| []).push({});</script>

Marian Milazzo

#netflix #serietv #streaming