Errori da evitare e consigli da seguire per un ecommerce di successo

Come un fulmine a ciel sereno, il fenomeno dell’eCommerce è arrivato e ha stravolto le vite di commercianti e consumatori. Oggi i siti dove poter fare acquisti online stanno aumentando sempre più, così come la concorrenza che rende il lavoro di questi operatori sempre più difficile.

È un mondo complesso, ma molto intrigante, soprattutto per i piccoli negozi e le piccole medie imprese che decidono di gettarsi in pasto agli squali, Amazon e Alibaba, diventate le più potenti piattaforme di vendita online nel mondo. Giustamente il termine “intrigante” lascia un po’ perplessi, ma quella voglia di superare o quanto meno di raggiungere i top player, con un duro lavoro e con efficaci strategie che puntano al successo, rende tutto più difficile e quindi più eccitante.

I piccoli eCommerce, sono soggetti ad incontrare e dover superare un maggior numero di ostacoli, perché spesso si vedono costretti a lottare contro la scarsità delle risorse a disposizione e l’incapacità di decidere a quale attività dare la giusta priorità.

Insomma è un’ardua sfida, che bisogna sapere affrontare con sicurezza e determinazione per non rischiare di affondare. Sarebbe sicuramente di grande aiuto sapere quali sono gli errori da non commettere e, da una ricerca scientifica e dettagliata dell’evento degli acquisti online è emerso che sono 5 quelli imperdonabili.

1. Offrire una vasta tipologia di prodotti

È necessaria una particolare attenzione nell’organizzazione dei prodotti offerti all’interno del sito web, sarebbe opportuno dividerli in categorie merceologiche.
Ancora più importante è la presenza del sistema “assistenza allo shopping”, attraverso il quale gli operatori o i chatbot, guidano il consumatore nella ricerca e nell’acquisto del bene desiderato, per evitare che entri in confusioni e abbandoni il sito web.

2. Puntare solo sulla vendita di prodotti più popolari

Spesso le vendite sono incentivate almeno del 5,5% grazie alle raccomandazioni, ovvero quando sul sito appare la frase “chi ha acquistato questo articolo ha acquistato anche …”.

Questo incremento, avviene sia per i prodotti più conosciuti che per quelli meno, anzi sui più ricercati l’effetto è molto potente, perché c’è meno concorrenza e la marginalità del retailer è più alta.

3. Illudere il cliente

È importante essere sinceri, credibili e non tradire mai la fiducia del cliente. Purtroppo nel commercio elettronico è molto frequente l’assenza fisica del prodotto. Creare false aspettative nel consumatore potrebbe indurlo a non frequentare più quel sito di shopping online, perché deluso e insoddisfatto.

Durante lo shopping il cliente cerca sempre di reperire più dettagli possibili sul bene desiderato, per essere sicuro di non fare acquisti scadenti. Sono due i tipi di informazioni a cui fare riferimento: le impressioni, che giocano sull’emotività, e le informazioni tecniche che forniscono elementi oggettivi e utili per l’acquisto.

4. Non dare importanza ai resi

Obiettivo di tutti i siti di shopping online è naturalmente quello di aumentare le vendite senza tenere in considerazione che i resi incidono molto sul valore complessivo delle vendite.

5. Non essere al passo con la tecnologia

Essere al passo con il progresso tecnologico è essenziale se si vuole davvero diventare un punto di riferimento per i clienti. Ormai la vita quotidiana di ogni essere umano è influenzata da servizi tecnologici, come sistemi di assistenza basati su intelligenza artificiale, vedi Siri e Google Home che aiutano le persone nel processo decisionale.
L’avanzata dell’eCommerce non si ferma e secondo alcune statistiche crescerà sempre più, infatti se le vendite del 2018 raggiungeranno i 2.700 miliardi di dollari, nel 2021 quasi si raddoppieranno fino a 4.500 miliardi di dollari.

La nascita del social shopping

La vendita online si sta espandendo anche su altri tipi di piattaforme. Si parla infatti di social shopping, che ha l’obiettivo di far vivere l’esperienza di acquisto senza dover passare da un’app all’altra e restando connessi ai social network.

Come procedere all’acquisto?

Scorrendo nella home di Pinterest, per esempio, capita di notare capi di abbigliamento indossati da influencer, a questo punto basta un click sul capo desiderato per far aprire una scheda con i dettagli del prodotto e con un secondo click è già tuo.
Manca poco e tutte queste novità saranno disponibili anche su Instagram, non ci credete vero? Eppure sarà proprio così.
Se sei un piccolo negoziante e hai deciso di dedicarti all’eCommerce o se hai intenzione di farlo in futuro, mi raccomando non fare errori e segui alcuni semplici consigli:

• Attenta analisi dei competitor

Studiare tutti i possibili competitor sia sul mercato nazionale che internazionale, capire le loro mosse, intuire le strategie attuate e quali sono i canali su cui riescono a vendere di più.

• Entra nella mente del cliente

Conoscere il cliente a fondo e comprendere quali sono i processi decisionali prima di effettuare un’ acquisto online. Puntare dritti ai bisogni e ai desideri di chi compra, perché è grazie a loro che tutto si muove.
Conoscere il cliente a fondo e comprendere quali sono i processi decisionali prima di effettuare un’ acquisto online. Puntare dritti ai bisogni e ai desideri di chi compra, perché è grazie a loro che tutto si muove.

• Testa e sii creativo

Mai fermarsi alla prima strategia che sembri funzionare, bisogna ideare ed implementare sul campo sempre qualcosa di nuovo ed innovativo. Perchè ricorda: c’è sempre qualcuno può forte e più avanti di te!

,
Carmela Pontassuglia

Studio Comunicazione Internazionale per il Turismo. Mi piace incontrare persone nuove e con la scrittura cerco di dare vita alle mie idee.