Tra la Luna e le Stelle

Fin dai tempi antichi, l’uomo è sempre stato affascinato dall’Universo e dai suoi corpi celesti: la Luna, le stelle, i pianeti sono stati anche oggetto celebrante di poesie, canzoni o punto di riferimento per i viaggiatori, illuminando il nostro cielo silenzioso e brillante.

“ Che fai tu, luna, in ciel? Dimmi, che fai,

Silenziosa luna? “

Scriveva Giacomo Leopardi

“Ti brucerai

Piccola stella senza cielo

ti mostrerai

ci incanteremo mentre scoppi in volo”

Canta Luciano Ligabue

In queste calde sere d’estate chi di voi anche solo per un istante non ha alzato lo sguardo in cielo in cerca di una stella cadente, della Via Lattea o della Luna piena? Sicuramente un po’ tutti, con una gran voglia anche di immortalare il momento per uno scatto social perfetto.

Lo scorso 27 luglio, l’eclissi totale di Luna piena è stata protagonista assoluta di tutti i canali social. Gli hastag #supermoon, #lunarossa, #eclissi hanno invaso Instagram, Twitter e Facebook.
Milioni di utenti si sono cimentati nel fotografare uno degli eventi più straordinari che la natura ci possa offrire: il miglior scatto su Instagram ha ricevuto più di 18 mila like ritraendo una spettacolare Luna rossa adagiata sul mare della Turchia.
C’è chi ha utilizzato la fotocamera del proprio smartphone (magari usando la modalità timelapse), chi un teleobiettivo, chi una Reflex con modalità di scatto manuale (facendo attenzione a regolare il tempo di esposizione).

Tutti noi fotografi principianti abbiamo idea però di che cosa sia un’eclissi di Luna?

I cieli italiani sono stati teatro per ben 103 minuti della Super Luna: condizione necessaria per il verificarsi di tale evento è l’allineamento tra Terra, Sole e Luna. In tal modo, quest’ultima inizia ad oscurarsi poiché entra nel cono di penombra della Terra, nascondendosi dalla luce del Sole fino a raggiungere un colore bronzeo, indice di totalità.

L’estate è anche e soprattutto la stagione delle così dette stelle cadenti: in realtà non si tratta di vere e proprie stelle, ma di meteoroidi che entrando in contatto con l’atmosfera terrestre bruciano per attrito generando una meteora, caratterizzata appunto dalla sua scia luminosa visibile ad occhio nudo. Si parla così di stelle cadenti: il fenomeno avviene proprio nei mesi estivi poiché è durante questo periodo che la Terra, girando intorno al Sole, entra in regioni in cui sono presenti detriti rocciosi lasciati dal passaggio di Comete.

Anche il fenomeno delle stelle cadenti è stato oggetto di scrittura:

“Vedo stelle che cadono,
è la notte dei desideri”

canta Jovanotti in uno dei suoi brani.

La tecnologia, naturalmente, non poteva che venire in nostro aiuto: esistono di fatto delle applicazioni che consentono di ammirare questi fenomeni comodamente dallo schermo del nostro smartphone: una di queste è Mappa Stellare, seguita da Night Sky o Sky Guide.
Come ben sapete l’uomo cerca sempre di associare ad un fenomeno naturale qualcosa di sovrannaturale come l’avverarsi di un desiderio, e proprio perché tutti noi siamo fatti anche di carne amiamo sognare e vagare con la nostra mente, quindi occhi al cielo e desideri nel cuore!
,
Alessandra Ferrara

Siciliana nel cuore. Sono un'ingegnere gestionale, ma adoro scrivere ed essere informata sempre sul mondo che mi circonda!