Il nostro #SalTo 2019

Anche per il 2019 il team Press Office di JEToP è stato presente al Salone Internazionale del Libro, immancabile appuntamento culturale svoltosi a Torino dal 9 al 13 Maggio per scrittori, editori, giornalisti, ma soprattutto per studenti, lettori, appassionati e curiosi. Un “salto” all’interno di un ambiente dinamico ed internazionale, con ospiti di spicco quali Samantha Cristoforetti (trovi qui la nostra rubrica su di lei), Alberto Angela e Jovanotti.
Domenico: L’adrenalina causata dal crescente brusio della gente in coda tra aspettative ed eccitazione, è stato l’inizio del nostro Salone del Libro 2019. La squadra Press Office di JEToP, composta da me, Carmela, Alessandra, Isotta ed Eleonora ha vissuto con passione ed entusiasmo la 32° edizione di questo grande classico della primavera torinese.
Varcare la soglia di ingresso dell’Oval Lingotto alle 10:00 di quel tanto atteso sabato ha dato il via ad un appassionante corsa per raggiungere uno degli obiettivi più ambiti della giornata: assistere all’intervento di Alberto Angela sulla storia di Cleopatra
Arrivati ad occupare gli ultimi 3 posti a sedere dell’ultima fila disponibile, sono stato letteralmente rapito per 90 minuti da discorsi di un’eccezionale portata culturale. Alberto eredita dal padre l’arte della dialettica e la passione per la storia, coinvolgendo in modo sincero e profondo, dando una visione degli eventi non convenzionale, arricchendo con riflessioni e curiosità (sapevi che Cleopatra non fosse egiziana bensì greca?).
Dopo gli scroscianti e meritatissimi applausi che hanno accompagnato la fine dei suoi racconti, abbiamo deciso di guardarlo più da vicino e avere una copia del suo libro firmato. Riusciti nell’impresa con pazienza e perseveranza, la nostra esperienza è proseguita tra gadget, segnalibri, poster, titoli, foto e tanta soddisfazione. In fondo il Salone Internazionale del Libro rappresenta quel momento, bello e coinvolgente, in cui posso respirare una mia grande passione a pieni polmoni. Noi siamo già pronti per l’anno prossimo!
Isotta: Entrare in una libreria ha il suo fascino, ma ancor più grande è il coinvolgimento che provoca il ritrovarsi in un padiglione a dir poco immenso gremito di testi di generi, editori e lingue diverse. Da Torinese e amante della lettura, non credo di essermi mai persa un’edizione del Salone del Libro sin da quando mia mamma mi ci portava nella culla. È quell’atmosfera di inclusione che mi piace, che mi fa sentire parte di un mondo più vasto rispetto al quotidiano, che unisce Paesi, culture, letteratura, scienza, persone. Una volta varcata quella soglia ogni anno vengo trascinata dalla curiosità e dalla voglia di scoprire qualcosa di nuovo, che sia un autore, un libro, una corrente di pensiero, una persona di successo che tiene una conferenza alla quale decido di partecipare anche all’ultimo minuto.
Il 2019 non è stato da meno, e il mio Salone del Libro si è aperto con Samantha Cristoforetti, sulla quale avevo già avuto il piacere di scrivere un articolo della rubrica “The Mentors” qui sul blog. L’astronauta è stata infatti ospite di un’interessante conferenza per presentare il suo nuovo libro, “Diario di un’ apprendista astronauta”, raccontando aneddoti ed episodi significativi della sua infanzia e carriera all’interno dell’ESA, Agenzia Spaziale Europea. Uno dei temi principali trattati è stato quello dei Sogni che, nonostante vadano perseguiti con costanza, non devono dominare la nostra vita senza lasciarci godere dei momenti più belli della giovinezza. Da studente di ingegneria aerospaziale, non potevo sperare in un inizio migliore.
Nel susseguirsi degli stand anche i miei vari interessi hanno trovato sfogo, e così mi sono imbattuta in libri di narrativa per bambini in cinese, testi di fisica più o meno avanzata, saggi di Seneca e Apuleio con traduzione dal latino a fronte, bellissimi scatti fotografici ed ottimi tarallini offerti dallo Stand della Regione Puglia. Molto gradito anche lo spazio concesso alle Forze dell’Ordine, nel quale ho avuto il piacere di ricevere il calendario dell’Arma dei Carabinieri 2019 e vari cataloghi. Tutto questo sempre con il pass da Blogger di JEToP!
Carmela: Un viaggio dalle stelle alla storia, dalla poesia “espressa” ai fumetti, da una pagina all’altra di quei libri che contraddistinguono le diverse età della nostra vita. Per me il #SalTo19 è stato un viaggio in questo magico e misterioso “Gioco del Mondo” in cui culture, tradizioni, lingue e personalità diverse si sono incontrate creando un intreccio di sensazioni indescrivibili.
Momenti indimenticabili e sorprendenti, vissuti con compagni d’avventura unici e insostituibili: con Isotta un volo nello spazio, curiose di conoscere la storia di Samantha Cristoforetti e gli aneddoti della sua esperienza a gravità zero; con Alessandra e Domenico un tuffo nella storia di Cleopatra, “…donna e regina capace di emergere in un mondo maschilista, con la sua abilità politica…” così ce l’ha descritta Alberto Angela, che per 90 minuti ha estasiato la pienissima Sala Oro con la sua coinvolgente dialettica; con Eleonora e Alessandra, distrutte quasi alla fine di una lunghissima giornata, dopo un’interminabile fila di due ore siamo riuscite ad ascoltare Jovanotti, lui che dall’infanzia ad oggi ci ha fatto scatenare con “L’ombelico del mondo” ed emozionare con la ninna nanna contemporanea più dolce che esiste “A te…”. 
Come bambini felici nel paese dei balocchi, tra uno stand e l’altro, non potevamo non scattare mille foto per immortalare gli istanti più significativi di questo viaggio, tra cui la stretta di mano con Alberto Angela, che, concedetemelo, è stata davvero emozionante!
Eleonora: Il Salone del Libro di Torino è uno degli appuntamenti più attesi dell’anno per chi è appassionato di libri e di scrittura, e noi blogger di JEToP non abbiamo fatto eccezione. Rispetto all’anno scorso ho affrontato questa giornata più all’avventura, facendomi guidare dalle mie colleghe blogger tra incontri con gli scrittori ed incontri fra gli stand veramente speciali. Alessandra e Carmela hanno un occhio per i dettagli e una curiosità che davvero le contraddistingue!
I quattro ricordi che il nostro Team si è portato a casa dal Salone sono stati sicuramente: l’incontro con Alberto Angela (un divulgatore rock star!), le due ore di coda infaticabili per assistere alla conferenza di Jovanotti, un fumettista paziente che ci ha mostrato come si può fare divulgazione disegnando i protagonisti delle nostre storie per bambini intenti a leggere un libro ed infine un poeta bolognese che ha saputo cogliere con la sua macchina da scrivere qualche dettaglio di noi e poi ce li ha regalati, così, al volo
Perchè il Salone è casualità e scoperta, curiosità, persone nuove e ogni volta ti manda a casa con un pensiero: la voglia di ritornare anche l’anno prossimo.
Alessandra: Indossare quel pass con scritta azzurra “Stampa Blogger” per tutti noi, vecchi e nuovi, è stato come avere il biglietto per un viaggio nell’universo. Non pianeti o corpi stellari, bensì di consonanti, vocali, segni di punteggiatura in grado di comporre qualcosa di immortale: un libro. Forse questo è uno dei concetti chiave dello spirito del Salone che ho imparato a cogliere e coltivare di anno in anno
Gli interventi dei tantissimi e svariati relatori si basano al 90% sul discussing, per usare un termine inglese, di un libro non come oggetto da scaffali impolverati, ma del suo contenuto che si spera possa trasmettere un messaggio nascosto tra le pagine. Camminando tra i corridoi del Salone ho percepito voglia di curiosità e novità da parte di chi come noi era lì per ascoltare, osservare ed imparare qualcosa di nuovo tenendo in equilibrio “Il gioco del mondo”, tema del #SalTo19. 
Come ogni anno la componente emotiva e personale di ognuno di noi è stata coinvolta al 100% lasciandoci sempre con effetto “wow”. Quindi miei cari blogger e nostri lettori appuntamento al prossimo anno: sempre lì alla coda delle 9.00, biglietto alle mani e tanta curiosità in corpo!
, ,
Domenico Catalano

Ingegnere curioso per natura, appassionato di tecnologia e serie TV, amante dello sport, di statistiche ed organizzatore di viaggi, vive pensando che occorra avere sempre una visione che vada oltre la visuale

Carmela Pontassuglia

Studio Comunicazione Internazionale per il Turismo. Mi piace incontrare persone nuove e con la scrittura cerco di dare vita alle mie idee.

Isotta Dellucca

Sono una studentessa di Ingegneria Aerospaziale. Oltre alle scienze, amo la musica e la scrittura!

Alessandra Ferrara

Siciliana nel cuore. Sono un'ingegnere gestionale, ma adoro scrivere ed essere informata sempre sul mondo che mi circonda!

Eleonora Maunero

Studentessa di ingegneria gestionale. Mi annoio facilmente e coltivo tutte le passioni che mi passano per la testa. La scrittura è una di quelle cui tengo di più. Adoro ballare, leggere, guardare film, fare foto, viaggiare e cantare a squarciagola in macchina